.
Annunci online

Tutto quel che puo' venire in mente a un italiano che si e' sposato e spostato in california
TECNOLOGIE
2 settembre 2008
Diario: Tecnologie: AROS: Se Schultz parte
si rischia un altro impantanamento...
forse fatale!


Non pensate che sia contento di parlare sempre di AROS, anche se pero' e' l'argomento che mi sta dando piu' spunti recentemente.... o volete sentirmi parlare della mia entuisiasmante[!] vita coniugale, delle mie masturbazioni mentali riguardo quelle due/tre opere che ho fatto negli anni novanta e della mia vana speranza di avere un posto nel fu olimpo degli amighisti illustri... o nella speranza di un altro lavoretto per colonne sonore?

Fresca per me la notizia non lieta nella mailing list degli sviluppatori che il buon Michael Schultz, contributore di grossa importanza per AROS [ 64 bit, port su SAM ed EFIKA (in corso) e USB stack per dire alcuni dei progetti su cui si e' dedicato], si stia preparando a levare le ancore dal progetto; se ci pensate e' comprensibile: ha due figli e IMHO penso voglia dedicarsi piu' come padre di famiglia, oltre al fatto che come al solito la scena AROS e' specchio delle paranoie amighiste dove tanti attori che tirano il carro da tutte le parti alla fine si rimane pressoche' fermi: abbiamo il paradosso di avere un sistema ancora non completo come UI (sto lavorando per recensire AROS, e devo essere onesto: non avere feedback dal puntatore del mouse e' frustrante) e in cui anche parte di Zune non e' finito (non tutte le classi MUI funzionano: chiedete a ShinkurO sulle magagne del Texteditor.mcc), oltre a mancare ancora di parti essenziali come gestione di drive esterni, stampanti, etc.

Io divulgo, divulgo, ma cosa divulgo a fare se non c'e' un sistema finito da usare?
Michael ha tutta la mia simpatia: invece di perdere tempo a discutere dei massimi sistemi sarebbe bene che si finisse la base di AROS si da avere un sistema "finito" il piu' possibile da estendere "dopo" : unica eccezione IMHO per me e' ottimo lavorare sulla versione 68k per natami, darebbe un buon colpo di frusta "mediatica" al sistema e finalmente ci si libererebbe del "dongle" del kickstart; ma deve essere fatto "in parallelo" al completare AROS x86 che al momento e' il sistema di riferimento.

E allora come diceva Staf, invece di aspettare lui per il completamento dell'ABI onde patchare zune, si patchi zune ORA, si finisca Zulu ORA (o qualcuno si decida ad implementare un wrapper per feelin su LUA) e POI si aggiunga la ABI, se si vogliono applicazioni AROS usabili dagli utenti!

Quando Michael lascera' AROS, tutto rischia di fermarsi per un altro paio di anni: ho letto in passato di compagnie che pensavano di utilizzarlo per sistemi set top box ma che poi per lo stato di non completezza han rinunciato; vogliamo veramente far restare AROS e l'interfaccia amiga un altra occasione sprecata e un giocattolo di retrocomputing? Io no. E se anche voi (quei pochi che leggono qui) pensate lo stesso, fate sentire la vostra voce, in AROS-exec, in arosworld, magari anche nella ML degli sviluppatori: prima di tutto devono sapere che ci sono persone che USANO o PROVANO AROS, poi che codeste persone vorebbero usarlo di piu', magari anche contribuendo alle varie bounties! e terzo, se trovate magagne cercate di essere dettagliati in modo di poterle risolvere meglio e se volete fare il vs.programmino o script in LUA o uno degli altri linguaggi supportati, siete i benvenuti :)



sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Articoli Recenti

Who links to me?

Contatta Simone Bernacchia

 




IL CANNOCCHIALE