.
Annunci online

Tutto quel che puo' venire in mente a un italiano che si e' sposato e spostato in california
TECNOLOGIE
1 giugno 2008
Sistemi Alternativi - AROS: Serve una visione

Questo articolo su OSNews di Thom Holwerda
spiega come Nautilus, il principale file manager di GNOME, sia stasto creato all'inizio da una ditta esterna e messo in bundle con Red Hat. Quando la ditta esterna e' fallita il file manager e' stato inglobato nella distribuzione di GNOME.

L'autore ha poi fatto il punto dell'allora situazione di Linux, quando il mercato identificava linux quasi totalmente con red hat e il cui fallimento della ditta produttrice di Nautilus pareva un duro colpo per il desktop, ignorando l'esistenza di KDE.

Successivamente l'autore si chiede il motivo per cui, nonostante i sette anni passati, l'esperienza di Linux sul desktop non e' migliorata esponenzialmente quanto quella di Windows e Mac OS; la sua spiegazione e' la seguente: attualmente l'ambiente linux per Desktop manca di quella che lui definisce "vision", di un obiettivo, di una coerente idea finale da perseguire. Per ottenere successo, dice, un sistema necessita o di incredbili volumi, o di incredibili obiettivi: il primo e' in mano a microsoft, il secondo e' stato preso da Apple. Senza un obiettivo, una "vision", linux non sparira' ma sara' molto meno influente nei prossimi trend Linux necessita una voce unica e forte come quella di Mozilla, che si e' reinvantata con l'introduzione di Firefox.

Stesso discorso si puo' fare per AROS: al momento manca un vero obiettivo; cosa detta e ripetuta migliaia di volte. E la tipica mentalita' amighista degli ego trip in cui ognuno reinventa la ruota in maniera chiusa non sta aiutando. Molti sviluppatori decidono di supportare una o due piattaforme amiga/oidi e non altre (in certi casi la differenza delle API o delle implementazioni non aiuta), togliendo possibilita' e strumenti concreti.

Io personalmente ritengo che AROS, con la sua natura aperta e multipiattaforma possa essere quella voce.
Solo che ultimamente anche l'unico reale obiettivo, la compatibilita' a livello sorgente con os 3.1 e' dibattuto sul come e quando.

Io non considererei la compatibilita' di base con os 3.1 un traguardo: la considererei una tappa.

AROS, l'ho detto e lo ripeto, possiede quell'user friendlyness che gli utenti non trovano in linux e potrebbe essere un valido competitore per il mercato subnotebook (pensate all'EEEpc) e desktop PPC insieme con MorphOS (SAM, EFIKA, forse anche i vecchi mac PPC un giorno).

E allo stesso tempo una piattaforma ulteriore per le macchine classic e il nuovo NATAMI, se la bounty sul kickstart replacement potesse essere completata nelle sue due parti.
Inoltre anche un segmento di nicchia come il desktop video potrebbe beneficiarne: pensate a macchine PC o Power con AROS assemblate ad -hoc per il desktop video; non conosco i disegni di Bill Panagouleas della DiscreetFX, ma secondo me una soluzione dedicata con AROS, applicazioni basate sul codice free del video toaster e altro software portato da linux e adattato alla filosofia amighista come Jahshaka potrebbero trovare un segmento di mercato nel desktop video professionale a prezzi competitivi, specialmente tenuto conto del non dover pagare costose licenze per il software e il sistema operativo.

Questa e' la mia "vision".

Spero che qualcuno la condivida con me ed e' disposto a lavorarci sopra.








sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Articoli Recenti

Who links to me?

Contatta Simone Bernacchia

 




IL CANNOCCHIALE