.
Annunci online

Tutto quel che puo' venire in mente a un italiano che si e' sposato e spostato in california
TECNOLOGIE
5 dicembre 2008
Tecnologie: AROS: "piccoli passi,sparks: piccoli passi..."
nota: per uno strano bug della piattaforma blog del cannocchiale i link ad aros-exec risultano non funzionanti: speriamo lo aggiustino presto

Per chi se lo ricordasse, questa e' una frase dal film "contact" e, stranamente e' anche una delle cose che ho in parte assunto come filosofia di vita; se vuoi fare qualcosa meglio andare avanti pian piano invece che fare saltoni da gigante quando le cose non vanno subito bene.

Il che vuole dire che, facendo piccoli passi, si va comunque avanti, con calma, e un giorno ti accorgi che la tua meta e' piu' vicina di quel che pensi. Il segreto e' frammentare i grandi compiti in compiti minori piu' abbordabili; portarli avanti significa avvicinarsi al traguardo finale di un piccolo passo che al momento pare minore ma e' pur sempre un passo di meno per arrivare.

Chiaramente il pensiero e' rivolto alla presente situazione AROSiana: Stanislaw Sszymczyk ha da poco finito il suo bounty per l'auto-compilazione, una tappa importante per un sistema operativo: come riferito in certi commenti all'annuncio su OSNews, certi sviluppatori non considerano neanche un sistema operativo se non e' in grado di autocompilarsi; ecco che allora anche solo l'aver raggiunto questo traguardo potrebbe, teoricamente, attrarre nuovi sviluppatori.

E a piccoli passi anche la nuova versione di VmWAROS e' vicina al completamento: Paolo Besser ha chiamato la "feature freeze"  per la nuova versione ed ora si  sta procedento al debug prima di distribuirla al pubblico.
Tenuto conto che fino all'anno scorso AROS non aveva nessuna distribuzione ufficiale ma solamente le nightly builds, in quanto la precedente distribuzione, velocity,era stata interrotta dallo stesso fishy_fis per motivi personali e per i postumi di un serio incidente automobilistico di cui il curatore era rimasto vittima.
 
Paolo Besser e' riuscito tramite una combinazione di script shell a realizzare una semplice integrazione con UAE nella sua nuova VMwAROS distro chiamato "AmiBridge", usando una idea concepita gia' da fishy_fis qualche tempo prima, ma implementandola per conto suo.
Non solo: grazie alla mia iniziativa di contattare Whoosh777, il curatore di Ghostscript per Amiga OS ed AROS per chiedere notizie di un nuovo port. Pare strano, ma whoosh777 non aveva mai fatto un nuovo port per la semplice ragione che nessuno aveva mai mandato feedback su ghostscript. Peccato che le dinamiche interne di AROS siano leggermente cambiate e la nuova versione pare non funzionare; invece curiosamente la vecchia versione, come scoperto da Besser, funziona egregiamente. Questo ha permesso a paolone di creare uno script che si interfaccia a Ghostscript per creare anteprime jpeg, salva in ram e usa picshow per leggere file pdf; lo script e' chiamato poorPDF.
Ed inoltre un altro piccolo miglioramento, estetico, e' dato dalla collaborazione di Ken Lester e l'adozione delle sue Ken's Icons; il noto attributo di doppio stato delle stesse (selezionato e non selezionato hanno diverse immagini) ha costituito un interessante problema portando a una modifica della icon.library per poterle gestire adeguaramente.

Nikolaos fa sapere qui che un problemino atavico di AROS e dei cd-rom, ovvero che non era possibile cambiare cd-rom senza riavviare il sistema e' stato finalmente risolto da Error; resta il peorblema che le appicon,almeno al momento, non sono supportate (le appicon sono quelle che mostrano i dischi una volta montati sul desktop) ma questo e' pur sempre un piccolo passo avanti.

Matthias Ruster sta litigando con il port di Ignition, un foglio di calcolo per Amiga OS recentemente diventato open source sotto licenza GPL 3: durante l'ultimo mese ci sono stati progressi lenti ma sostanziali: prima il port delle classi necessarie per il funzionamento del programma: a fine ottobre le classi gtdrag, pScroller e pTextEdit sono state aggiunte alla repository del programma; Matthias ha fatto funzionare parzialmente le classi il 19 novembre [screenshot qui] ed e' riuscito a far apparire lo spash screen il 30 novembre [screenshot qui]; l'ultimo progresso visibile e' stato il 4 dicembre in cui la GUI del programma e' partita brevemente [screenshot qui]; in questo momento Matthias sta lavorando ai problemi di endianness delle preferenze del programma []edit: ultimo aggiornamento 11 dicembre: Matthias e' riuscito a far partire la GUI e ora si puo' introdurre testo nelle caselle [screenshot qui] ], speriamo in rapidi futuri aggiornamenti.

Secondo il calendario su Power2People.com, il primo dicembre scadeva la bounty per la fase 1 dell'integrazione del kickstart. L' Assegnatario della bounty, bheron ovvero Gregory John Casamento, capo manutentore di GNUstep, ha postato un primo status report sulla mailing list degli sviluppatori lo scorso 5 dicembre:

Mi scuso di non avere dato informazioni prima ma sono stato occupato recentemente da impegni sia personali che di lavoro.

Al momento io e Alex Perez (MisterBIOS su #AROS) stiamo lavorando su questa bounty.

Alex jha identificato dell'hardware per scrivere le ROM su chip che potrebbe essere usato er un Amiga reale. Dice che e' stato difficile reperirlo. Io sto cercando di trovare risorse e documentazione che potrebbe aiutarmi a capire meglio le ROM esistenti in modo da procedere con il loro rimpiazzo. [edit: io ho aiutato bheron mandandogli un link alla knowledge base di NATAMI che comprende anche parte degli autodocs del RKRM ed Henrycase si e' offerto di spedire a bheron una copia del Guru Book trovata sui ebay, speriamo che questo sia di aiuto]

Non le sto disassemblando(naturalmente) ma ho provato ad entrare in possesso dei Rom Kernel Manuals (RKRM) e di un vero Amiga... fino a questo momento sto usando UAE con le roms di Amiga Forever della Cloanto.

Ho anche trovato una copia di SASC per poter compilare GCC cosi' da poter compilare poi AROS sotto UAE (come ho gia' detto necessito di vero hardware amiga).

So che la scadenza per questa deadline e' gia' passata e vi assicuro che quando mi sono assunto questo compito ho pensato che avrei avuto abbastanza tempo per finirlo entro la scadenza (comunque abbastanza stringata)

Gregory Casamento -- Principal Consultant - OLC, Inc
# GNUstep Chief Maintainer

A questo punto qualcuino nella lista ritiene che bheron abbia fatto anche piu' di quanto richiesto dalla prima fase della bounty sconfinando nella seconda fase; le notizie sono comunque ottime perche' confermano la serieta' di Gregory e il suo impegno nel voler completare i suoi compiti.

Gregory puo' chiedere una estensione della scadenza e onestamente so che la ricevera': vorrei fare un appello (che sara' ripetuto nel blog in inglese) per trovare dell'hardware amiga per bheron in modo da poter completare la bounty.

Un'altra buona notizia arriva dal fronte dell'advocacy: TADsince1995  lo scorso 29 novembre ha tenuto una conferenza di presentazione di AROS al linuxmeeting di palermo. La  presentazione e' andata molto bene: AROS e' stato accolto favorevolmente dal pubblico. Ecco il resoconto usando le parole stesse di TAD:

E' stato un piccolo successo! L'eta' media del pubblico era intorno ai 20 anni ma c'erano anche persone piu'anziane che avevano guia' usato un Amiga.

Sia colore che avevano gia' usato Amiga in passato che quelli che non sapevano nemmeno cosa fosse un Amiga erano molto interessati. Durante la presentazione ho fatto una piccola introduzione alla storia dell'Amiga e poi ho mostrato VmWAROS girare sotto Qemu. Anche se in macchina virtuale era lento, gli spettatori erano affascinati dalla velocita' di AROS.

Nel pomeriggio sono stato in grado di mostrare AROS girare nativamente sul mio laptop Acer a piena velocita' (grazie a delle persone su aros-exec che mi hanno aiutato a risolvere dei probelmi per l'installazione). La gente si e' aggregata davanti allo schermo e non poteva credere alla velocita' di boot del sistema (in circa 6 secondi) e a come rapidamente le applicazioni caricassero.

Uno di loro ha detto che era interessato nel portare applicazioni sotto AROS e l'organizzatore dell'evento ha proposto di costituire un gruppo AROS locale.

Questo dimostra che AROS non e' ignorato in quanto tecnologia obsoleta o per altri motivi, smentendo anche quel che avevo ipotizzato un po' di tempo fa: semplicemente AROS non e' conosciuto al di fuori della comunita' amiga nonostante gli exploit su linux magazine ed altre riviste: penso ai tempi sia stato considerato solo una curiosita', senza contare che recentemente l'acquisto di riviste non e' piu' fonte essenziale per informazioni come lo fu in passato e quindi molte persone non hanno proprio visto AROS passare in stampa continuando a ignorarne e sottovalutarne l'esistenza.
L'intervento di TAD, invece, cosi' come in passato quelli di paolone a Pianeta Amiga e a brusaporto rappresentano occasioni per introdurre persone fuori dalla cerchia degli amighisti - o dentro la cerchia degli amighisti ma non informati - ad AROS; troppe persone hanno ancora l'immagine di amiga solo come macchina fa gioco, anche perche' pochi sono andati oltre al 500 base o al 600 base e lo hanno usato nel rendering 3d, nella grafica video, nel multimedia o nella programmazione: almeno il 64 in italia aveva guadagnato una reputazione un po' piu' seria, oltre che come macchina da gioco, nel peculiare terreno dei sistemi totocalcio, supportato anche dalla SIEL con sistemi ad-hoc: questi programmi per amiga curiosamente non sono praticamente mai apparsi e l'unico terreno fertile trovato dagli amighisti locali e' stato quello della titolazione: ci fosse stato il toaster anche in europa probabilmente il settore userebbe ancora amiga qui intorno :)

Infine qualcosa sul mio impegno personale con AROS.

Ho cominciato anche io a scrivere qualcosina in lua: ho scaricato la distribuzione lua all-in-one sotto windows per imparare un po' a programmare sotto LUA; e' mia intenzione cercare di fare un requester di preferenze per la configurazione della rete sotto AROS;sto iniziando dalle basi, quindi dalle operazioni basilari che ogni linguaggio di scripting, quindi anche LUA, possiede: operandi, condizioni e input/output dei files (e qui mi sono infognato, non trovo tutorials adatti) e infine anche Zulu, la ben nota e da me pubblicizzata estensione di LUA per controllare interfacce MUI.
Il file di testo esistente dentro la directory extras/developers/lua da' solamente qualche accenno dei comandi di Zulu ma non spiega nei dettagli come impostare una GUI.
Una discussione che ho avuto con Olivier2222 su #aros mi ha fatto capire come impostare la GUI correttamente; posso riassumere in breve: Olivier2222 ha fatto un paragone conla struttura a DIV di una pagina web e le sue gerarchie: a partire dall'oggetto window si aggiunge prima un gruppo verticale e poi al suo interno un gruppo orizzontale quindi gli oggetti testo,ecc. Se serve uno spazio tra diversi gruppi si mette un separatore.
Ho provato a mettermi giu' a preparare una gui di prova seguendo i suggerimenti e pare che finalemnte ho visto apparire qualcosa: farlo funzionare e' un altro conto. Olivier2222 comunque dice di tener conto e consultare i developer docs di MUI 3.8 per capire meglio il funzionamento dei diversi gadget. Mi ha fatto principalmente esempi con il C ma almeno in parte sono riuscito a capire le basi e spero, una volta che avro' fatto progressi, di condividere con voi le mie conoscenze.


Inoltre ho mandato una bozza di documentazione per presentare AROS al prossimo SCALE (Southern CAlifornia Linux Expo) che si svolgera' alla fine di febbraio 2009; se la bozza verra' accettata sara' la mia primapresentazione ufficiale; accetto suggerimenti per metter su qualcosa di buono al meglio quando sara' il momento.

Come dicevo all'inizio, la filosofia edi piccoli passi funziona: l'importante e' andare avanti un pochino alla volta: i risultati verranno da soli.

[edit: sapevo che mi ero scordato qualcosa: netsurf. Pare che per il momento sszy ha accantonato il progetto di portare Netsurf, ma a quanto pare ha anche qualcos'altro in pentola... notizia fresca fresca ;)]
TECNOLOGIE
3 ottobre 2008
Diario: Tecnologie: AROS: Opinione: I sistemi alternativi AIUTANO l'open source, ed anche Linux

[nota: questo articolo e' lasciato volutamente aperto per chi volesse aggiungere precisazioni o smentite]


Comincio a pensare che dovrei DIGGare gli articoli in inglese piu' di quelli italiani se voglio far accadere qualcosa...

Giusto sabato mi sono trovato su linux.com un link che punta a un articolo su pingdom che parla dei dieci sistemi operativi piu' interessanti nell'immediato futuro: come potete vedere, al primo,sesto e settimo posto abbiamo tre sistemi AmigaOs-like: AOS4.1, MorphOS e AROS; qualcuno ne ha fatto una versione in italiano qui.

C'e' una cosa che mi rende perplesso; ne ho gia' parlato in passato qui fugacemente ma ritengo i tempi siano maturi per ridiscuterne.

E' interessante il vedere come buona parte degli amighisti/morphisti stessi considerano AROS una sorta di spreco di risorse, e questo nonostante pezzi del codice di AROS abbiano trovato casa, piu' o meno momentaneamente, sia nel MorphOS sia nel novello os 4.1, per non parlare di AfAOS.

Guardate invece come altri sistemi alternativi, quali Haiku e ReactOS stiano invece guadagnando consensi al di fuori della loro nicchia originale: il perche' e' abbastanza chiaro: entrambi rappresentano sia una alternativa open e valida alla loro controparte closed sia molto piu' accessibile e controllabile di un linux; ok ReactOS ha un po' di ruggine con il team di Wine per una storia, infondata, che non vale la pena di citare qui, ma certo lontana dalle "guerre sante" tra le incarnazioni di Amiga OS.

Fiumi di parole sono stati scritti nei vari blog e forum di discussione, anche amighisti, su come AROS sia snaturato rispetto anche alla sua stessa roadmap, prendendo su alcune filosofie di utilizzo dai sistemi linux e windows: se uno va a vedere os4.1 le stesse cose sono accadute in maniera similare ma nessuno ancora se ne e' accorto: basta metterci un wrapper ReAction e vai...

Ma non sono i soliti casini amighisti, tra cui questo ad attrarre la mia attenzione oggi.

E' ormai chiaro come il sole che il movimento intorno al free software e' diventato molto di piu'  che una filosofia di lavoro: da quando i soldi hanno cominciato a girare intorno a linux applicato al mercato server il free software si e' trasformato in questione prettamente politica, con lotte interne, diversi e opposti modi di vedere l'open source, dal purismo stallmaniano alla politica Novell e con contorno di eghi e correnti varie, basta vedere come programmatori danno sotto a Canonical per non contribuire abbastanza al kernel (canonical si adopera piu' per aggiustare l'esperienza finale dell'utente in altre zone), tra parentesi il programmatore del gruppo Kernel che da addosso a Canonical lavora per Novell, invisa a i piu' zeloti dell'open source per il suo accordo con Microsoft a proposito di certi brevetti linux; parlando di zeloti, e' passato in sordina il fatto che lo stesso Richard Stallman il 23 Gennaio 2008 ha "scomunicato" [edit: scomunicato e' una parola grossa: lo ha solo tolto dai link della GNU foundation ] AROS per la necessita' di usare rom proprietarie per  UAE e per la raccomandazione di procurarsele attraverso Amiga Forever: cito e traduco (con licenza per sottolineare i concetti) la mail di Aaron DiGulla che reca la notizia nella mailing list degli sviluppatori:


Salve,

Richard Stallman mi ha apena fatto sapere che e' stato cancellato il link di AROS nella pagina di links di GNU.org(http://www.gnu.org/links/links.html) dopo che ho avuto una lunghissima discussione con lui.

La ragione principale e' che in GNU.org vogliono solamente "sistemi operativi liberi che hanno la *regola* di non includere, o anche solo *raccomandare* Software libero".

Nel nostro caso, AROS raccomanda l'uso di "Amiga Forever", che e' un software commerciale (contiene le ROM e il Kickstart Amiga) in http://aros.sourceforge.net/documentation/users/applications/euae.php ,e questo e', secondo lui, in violazione della filosofia GNU.

Ho avuto una lunghissima discussione cercando di capire cosa sta succedendo e la situazione risulta essere la stessa di Linux, che puo' far girare MAME; Linux non pubblicizza MAME mentre noi si. Non sono sicuro se valga la pena di cancellare questa pagina o muoverla all'interno del package E-UAE. Mi sembra ipocrita il non raccomandare UAE esplicitamente, visto che in realta' noi lo raccomandiamo per i programmi Amiga che non girano su AROS.

Naturalmente Richard ha una convinzione granitica su questo argomento e da l'idea che non si puo' cambiare il mondo se si fanno compromessi.

Quindi, se l'argomento viene fuori in AROS-exec o da qualche altra parte [questo blog incluso,ndr], tenete calmi gli animi e non scatenate flame wars contro Richard e glialtri collaboratori con GNU, gestiamo questa cosa professionalmente. Non sono molto contento di questa decisione ma, dall'altra parte, duubito che avremmo avuto molte visite dai link di GNU.org (ci sono solo altri due sistemi operativi elencati) e nessuno si accorgera' del cambio.

Infine, Michele Battilana di Cloanto e' uno dei sostenitori piu' attivi della comunita' Amiga e della nostra, quindi penso che raccomandare il suo prodotto sia il minimo che possiamo fare in cambio di cio'.


Se ci pensate e' solo un altro accenno alla politica di cui parlavo sopra. [edit: Fortunatamente la comunita' AROS ha visioni piu' moderate sull'uso di software non commerciale e tra le sue priorita' non figura seguire alla lettera le raccomandazioni di GNU, quindi finora la cosa e' stata portata avanti con inappuntabile professionalita' e non ha minimamente influito sullo sviluppo di AROS, questo per rispondere alle richieste di chiarimenti che ho ricevuto].

Inoltre ho certe volte la sensazione che diversa gente nella comunita' linux pensi che sviluppare sistemi alternativi a Linux nell'open source sia una sorta di spreco di risorse, che ha deciso al tempo di concentrarsi quasi solo su linux e sui sistemi unix-like. I commenti nel thread sopra danno l'idea, considerando i sistemi alternativi "copie malfatte di Windows 9x". Molti di questi commenti vengono dalle nuove generazioni, cresciute con windows o linux e ignorando l'esistenza di altri OS prima di loro: quindi e' chiaro come non vedano ne' l'esigenza ne' la ragione per qualcosa di diverso: direi non sanno che ci puo' essere qualcosa di diverso.

Cosi' che non capiscono come l'esistenza di diversi sistemi operativi nell'open source sia un bene: come AROS e gli altri sistemi utilizzano codice da Linux, cosi' l'opposto avviene; ReactOS e Wine si scambiano codice per maggiore compatibilita' con windows, ad esempio, e anche la comunita' amiga ha ricevuto benefici da ixEmul, cigwin e piu' recentemente da NetSurf, browser nato sotto RiscOS e portato anche in piattaforma linux; inoltre linux puo' riprendere benefici utilizzando nei port per processori alternativi conoscenze maturate ad esempio sotto AROS e altri sistemi. Inoltre l'esistenza stessa di diverse opzioni non solo tra distro linux ma anche di altri sistemi operativi e' una delle caratteristiche essenziali della filosofia open source: ognuno sceglie la sua "arma", quella che meglio si confa al suo modus operandi.

E anche il know-how delle persone e' benefico per lo scambio tra sistemi operativi.

Ho gia' accennato alla fase 1 della Kickstart replacement bounty in passato e il fatto che e' stata assegnata a un tal Bheron. Questo e' tutto quel che appare nella descrizione su power2people: non abbastanza chiaramente. Questo perche', a detta di uno dei manutentori, la feature che mostra una breve descrizione del candidato non  e' stata ancora implementata.

Sempre attraverso i commmenti alla notizia sul forum di Aros-exec si e' arrivati a conoscere l'identita' di BHeron. Il suo nome completo e' Gregory John Casamento e questa e' la traduzione della sua scheda tratta dai commenti della notizia:

Sono stato impegnato nello sviluppo di software per circa 18 anni.
Sono attualmente un libero professionista.
Possiedo una piccola compagnia chiamata Logic Corporation (non quella ad OpenLogic.com, hanno preso il mio nome sei mesi dopo che avevo aperto).
Sono attualmente il campo manutentore di un profetto Free chiamato GNUstep, potreste averne sentito parlare ;)
Ho lavorato con un po' di tutto, dal C, Objective-C, C++, Assembly su X86 e 68K, etc.
Sono stato un fiero possessore di Amiga quando ero piu' giovane e ho fatto molta programmazione in C brima edl fallimento della Commodore.

Sono contento per l'opportunita' di aiutare AROS.
 
Le referenze sono ottime e e le competenze anche; ho messo a lato il link al suo blog per seguire, se ne parlera', i suoi progressi.

Lascero' questo articolo aperto per aggiungere eventuali precisazioni e commenti a venire.
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Articoli Recenti

Who links to me?

Contatta Simone Bernacchia

 




IL CANNOCCHIALE